Caricamento...

D-chiro-inositolo

La differenza tra curare e prendersi cura

Chirofol / Chirofol 500/chirofol 1000

 width=width=              ACQUISTA ON LINE

Integratore alimentare a base di D-chiro-inositolo, acido folico, vitamina B12 e manganese.

Coadiuvante in caso di disturbi associati a condizioni di insulino resistenza come Sindrome dell'Ovaio Policistico(PCOS), irsutismo, alopecia androgenetica associata a PCOS, sindrome metabolica associata a PCOS, diabete di tipo II in condizioni di insulino-resistenza
Non contiene glutine

Confezione:
Chirofol: 1 blister da 20 capsule molli
Chirofol 500: 1 blister da 20 compresse
Chrofol 1000:3 Blister da 10 compresse 

Avvertenze:
Si consiglia di assumere Chirofol lontano da bevande contenenti teina e caffeina. Tali sostanze potrebbero ridurre l'assorbimento del D-chiro-inositolo

Nota bene:
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

 

Chirofert / Chirofert bustine orosolubili

                     ACQUISTA ON LINE

Integratore alimentare a base di D-chiro-inositolo, acido alfa lipoico, acido folico, manganese ed antiossidanti.
Formulazione studiata per contribuire a contrastare lo stress ossidativo.
Chirofert ha un'azione coadiuvante nel trattamento della sindrome dell'ovaio polistico, nei disordini metabolici ed endocrini ad essa correlati (oligomenorrea, amenorrea, irsutismo, acne, alterazioni del metabolismo glucidico) ed in condizioni di insulino-resistenza. Può risultare utile nei protocolli di procreazione medicalmente assistita (PMA), qualora si ritenga che una migliore qualità oocitaria possa aumentare le probabilità di fecondazione.
Non contiene glutine.

Chirofert Informazioni nutrizionali teoriche

chirofert

Chirofert Bustine Informazioni nutrizionali teoriche

*%VNR valori nutritivi di riferimento giornalieri per vitamine e minerali ai sensi del Reg. (UE) N. 1169/2011

Posologia: 1 o 2 compresse/bustine al giorno, secondo parere medico

Confezione:
Chirofert compresse: un blister contiene 20 compresse
Chirofert bustine orosolubili: una confezione contiene 20 bustine orosolubili

Avvertenze:
Si sconsiglia l'uso di CHIROFERT contemporaneamente ad integratori a base di ferro.
Se si è in trattamento con farmaci ipoglicemizzanti prima dell'eventuale uso del prodotto consultare il medico.

Nota bene:
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

Lipease / Lipease Forte

               lipease Lipease Forte            ACQUISTA ON LINE

Alimento dietetico a fini medici speciali a base di palmitoiletanolamide e acido alfa lipoico.
Coadiuvante in caso di disturbi sostenuti da processi neuro-infiammatori.
Non contiene glutine.

Lipease Informazioni nutrizionale teoriche

Lipease Forte Informazioni nutrizionale teoriche

Posologia: 1 o 2 compresse /bustine al giorno, secondo parere medico. Assumere Lipease/Lipease forte preferibilmente a stomaco vuoto.

Confezione:
Lipease: 30 compresse
Lipease forte: 20 buste orosolubili

Avvertenze:
Se si è in trattamento con farmaci ipoglicemizzanti prima dell’eventuale uso del prodotto consultare il medico.Non superare la dose giornaliera consigliata. Il prodotto deve essere utilizzato sotto il controllo di un medico. Il prodotto non è adatto ad essere utilizzato come unica fonte di nutrimento.

Nota bene:
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

Multifolico DHA

                                                    ACQUISTA ON LINE

Integratore alimentare multivitaminico e multiminerale utile per supportare il metabolismo della donna durante il periodo della gravidanza e dell’allattamento. La sua formulazione è stata appositamente studiata per fornire quelle vitamine e minerali che contribuiscono a soddisfare gli aumentati fabbisogni nutrizionali della donna durante le fasi della gravidanza e dell’allattamento. Inoltre, l’elevato contenuto di DHA contribuisce al normale sviluppo cerebrale e della funzione visiva del nascituro. L’effetto benefico è ottenuto con una dose di almeno 200 mg di DHA al giorno.

Non contiene glutine.

Capsula Viola

Capsula rossa

*%VNR valori nutritivi di riferimento giornalieri per vitamine e minerali ai sensi del Reg. (UE) N. 1169/2011

Posologia: 1 capsula rossa ed una capsula viola al giorno.

Confezione:
ogni astuccio contiene 2 blister da 30 capsule, ognuno dei quali contiene 15 capsule rosse + 15 capsule viola

Avvertenze:
il prodotto contiene olio di pesce.

Nota bene:
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

MULTIFOLICO / MULTIFOLICO 3 MESI / MULTIFOLICO ORO

Multifolico              Oro   ACQUISTA ON LINE

Integratore alimentare multivitaminico e multiminerale utile per supportare il metabolismo della donna durante il periodo della gravidanza e dell’allattamento. La sua formulazione è stata appositamente studiata per fornire quelle vitamine e minerali che contribuiscono a soddisfare gli aumentati fabbisogni nutrizionali della donna durante le fasi della gravidanza e dell’allattamento. Non contiene glutine.

Multifolico / Multifolico 3 mesi

Multifolico ORO

*%VNR valori nutritivi di riferimento giornalieri per vitamine e minerali ai sensi del Reg. (UE) N. 1169/2011

Posologia: 1 capsula/bustina al giorno. Il Multifolico Oro è costituito da bustine orosolubili da versare direttamente in bocca.

Confezione:
Multifolico: 1 blister da 30 capsule
Multifolico 3 mesi: 3 blister da 30 capsule (90 capsule)
Multifolico ORO: 16 bustine orosolubili

Avvertenze:
Multifolico / Multifolico 3 mesi: il prodotto contiene latte e derivati del latte.
Multifolico ORO: il prodotto contiene polialcoli: un consumo eccessivo può avere effetti lassativi.

Nota bene:
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

Polimag Serena

                                                Polimag Serena                                       ACQUISTA ON LINE

Integratore alimentare a base di Magnesio, Vitamina K2, Vitamina D, Resveratrolo, Melatonina e con estratti vegetali di Griffonia e Luppolo.
Polimag Serena è specificatamente formulato per la donna in menopausa e durante il climaterio. La sua particolare composizione risulta utile per ridurre le vampate di calore ed in generale per limitare i disturbi tipici di questo periodo. Non contiene glutine.


*%VNR valori nutritivi di riferimento giornalieri per vitamine e minerali ai sensi del Reg. (UE) N. 1169/2011

Posologia: 1 bustina al giorno. Versare il contenuto della busta direttamente in bocca.

Confezione: 30 buste orosolubili

Avvertenze:
Il prodotto contiene derivati del latte. I pazienti sotto trattamento con anticoagulanti devono prestare particolare attenzione ed informare sempre il proprio medico curante prima di assumere Polimag serena. Evitare l’assunzione concomitante con fitoterapici o con estratti di erbe medicinali quali: Medicago sativa, Ginseng americano (Panax quinquefolius), Angelica (Angelica Archangelica). L’assunzione contemporanea di sostanze che limitano l’assorbimento dei grassi si oppongono all’assorbimento della vitamina D e K, contenute in Polimag serena, in quanto vitamine liposolubili. Il prodotto contiene polialcoli: un consumo eccessivo può avere effetti lassativi.

Nota bene:
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

Polimag K

                                           ACQUISTA ON LINE

Polimag K è un integratore funzionale costituito dall'associazione di magnesio e olio di krill,con vitamina E,vitamina B6 e vitamina D3,che agiscono in maniera sinergica e complementare per supportare le normali funzioni dell'organismo in caso di stress,affaticamento mentale e fisico.


*%VNR valori nutritivi di riferimento giornalieri per vitamine e minerali ai sensi del Reg. (UE) N. 1169/2011

Posologia: 2 capsule al giorno

Confezione: 30 capsule softgel 

Avvertenze
Conservare a temperatura ambiente (non superiore a 25 C°); evitare l'esposizione a fonti di calore localizzate,ai raggi solari e all'umidità.
Non superare ladose giornaliera consigliata .

Nota bene: 
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

Polimag Fast

                                                    ACQUISTA ON LINE

PolimagFAST è un integratore alimentare a base di magnesio formulato in granuli orosolubili. L'innovativa formulazione in polvere orosolubile si distigue per la praticità d'uso;infatti PolimagFAST si scioglie direttamente in bocca e può essere quindi assunto ovunque ,anche senza bisogno di acqua.La dissoluzione dei granuli a livello della bocca permette,inoltre ,un rapido passaggio nella circolazione sanguigna perche la mucosa buccale e la zona sottolinguale sono riccamente vascolarizzate.
Inoltre per aumentare la biodisponibilità una parte del magnesio contenuto in PolimagFAST è legato a sostanze organiche quali il bisglicinato e il glicerofosfato.


*%VNR valori nutritivi di riferimento giornalieri per vitamine e minerali ai sensi del Reg. (UE) N. 1169/2011

Posologia: 1 bustina al giorno. Versare il contenuto della busta direttamente in bocca.

Confezione: 20 buste orosolubili

Avvertenze
Il prodotto contiene derivati del latte .in caso di terapia antibiotica con tetracicline e chinoloni il medico deve essere informato se si fa uso di integratori a base di magnesio.Il prodotto contiene polialcoli:un consumo eccessivo può avere effetti lassativi . 

Nota bene: 
Le informazioni qui riportate non intendono in alcun modo sostituire la diagnosi od i consigli del medico. Quanto riportato costituisce soltanto del materiale informativo orientativo.
Gli integratori alimentari non possono essere considerati in nessun caso come sostituti di una dieta bilanciata ed equilibrata e di uno stile di vita sano e controllato. In caso di patologie e/o allergie è sempre bene consultare il proprio medico curante. Non superare la dose consigliata.

Sconti e Spedizioni

Sconti e Spedizione

SCONTI 
15  %  per 1 prodotto +  6,00 Euro di spese di spedizione 
15 %   per 2 prodotti spedizione Gratis
18 %   per  3 prodotti spedizione Gratis
20 %   da   4   prodotti in su  spedizione Gratis

Max 3 confezioni acquistabili per prodotto 
Max 6 totale di confezioni acquistabili per ordine.


Lo sconto viene calcolato automaticamente dal sistema  

 
SPEDIZIONI

Tutti i prodotti acquistati su Chirofol.com vengono spediti da LJPHARMA srl Zona Industriale Piano Tavola Belpasso ( CT ) 
I prezzi dei prodotti sono da intendersi con iva inclusa.
I prodotti acquistati sono consegnati,  in tutta ITALIA entro 48 ore dall'evasione dell'ordine e non si effettuano spedizioni all'estero.
Se si sceglie il bonifico bancario è necessario attendere l'accredito del pagamento per evadere l'ordine.
(Sono da escludersi il sabato, la domenica, le festività e altri casi particolari quali destinatario assente, luogo di consegna difficilmente raggiungibile ed altre problematiche imputabili direttamente al corriere e non dipendenti da LJPHARMA srl).
Le spedizioni vengono effettuate con i Corriere espresso Bartolini .

Spese di Spedizione

Acquisto di una confezione : Spese di spedizione € 6,00
Acquisti per due confezione e oltre: Spese di spedizione GRATUITE
La spedizione con pagamento alla consegna (in contrassegno prevede un supplemento fisso di € 10,00).

Supplemento spese di spedizione per l'Italia € 15,00 verso:

Isole Minori (escluso Sicilia e Sardegna)
Venezia Laguna
Livigno

Non si effettuano spedizioni all'estero
MANCATO RECAPITO  IN CONTRASEGNO
Nel caso di spedizione in contrassegno, se il pacco viene rifiutato saranno addebitate al cliente le spese di spedizione e tutte le ulteriori spese per la resa al mittente. Scegliendo la spedizione in contrassegno si accetta espressamente tale condizione.
CONTROVERSIA

Al momento della consegna della merce da parte del corriere, il Cliente è tenuto a controllare che l'imballo risulti integro, non danneggiato, né bagnato o, comunque, alterato, anche nei materiali di chiusura.
Eventuali danni, devono essere immediatamente contestati al corriere che effettua la consegna, apponendo la dicitura sull'apposito documento accompagnatorio .
Il cliente ha comunque diritto di effettuare un reclamo via mail all'indirizzo shop@ljpharma.com oppure telefonando al numero 095 7223908 o  tramite raccomandata A.R e anticipato a mezzo Fax al numero 095 386640 .

 

Approfondimenti

Gli inositoli sono polioli esaciclici, più semplicemente fanno parte del complesso vitaminico del gruppo B. La famiglia degli inositoli si compone di nove stereoisomeri di cui il più funzionale è il D-chiro-inositolo.

Studi biochimici hanno dimostrato che questo stereoisomero è specificatamente coinvolto nella corretta attivazione del recettore per l'insulina nonché nella trasduzione del messaggio (secondo messaggero) in grado di attivare i processi metabolici endocellulari della glicolisi.

Il ricorso a farmaci insulino-sensibilizzanti per il trattamento della PCOS (sindrome dell'ovaio policistico) caratterizzata da sindrome dismetabolica con insulinoresistenza compensatoria è ad oggi molto frequente.

Negli ultimi anni l'attenzione del mondo scientifico e industriale verso lo studio di nuovi approcci preventivi e terapeutici ha generato la scoperta di sostanze naturali in grado, in alternativa al farmaco o ad esso associato, di migliorare la risposta al bisogno di salute della popolazione.

Non tutte le sostanze naturali contenute negli integratori alimentari rispondono ad adeguati standard qualitativi e non tutti godono del plauso delle comunità scientifiche. Di contro, molte sostanze naturali per mancanza di studi scientifici adeguati, sono ancora poco sfruttate per mancanza di credibilità relativamente alla loro efficacia. È, pertanto, indispensabile affidarsi al consiglio del medico che più di qualsiasi altro è in grado di scegliere l'ingrediente attivo più efficace per soddisfare le esigenze terapeutiche dei pazienti.

In un contesto così variegato, tra gli ingredienti attivi più efficaci che ”prepotentemente” sono entrati nella pratica clinica spiccano, per efficacia e tollerabilità, gli Inositoli. Essi sono presenti in natura sotto forma di vari isomeri: cis-inostitolo, epi-inositolo, allo-inositolo, neo-inositolo, myo-inositolo, muco-inositolo, scillo-inositolo, L-chiro-inositolo, D-chiro-inositolo.

Le evidenze scientifiche più convincenti e i migliori risultati clinici si sono ottenuti con il D-chiro-Inositolo (DCI)

Anche se molto simile ad uno zucchero, chimicamente è un poliolo carbociclico. Il nostro organismo produce elevate quantità di myo-inositolo che grazie ad un enzima, l'epimerasi, viene trasformato in D-chiro-inositolo (DCI), forma biologicamente attiva. Diversi studi internazionali hanno dimostrato che un deficit di DCI riveste un ruolo importante nella patogenesi dell'insulino resistenza nel DM2 e, soprattutto, nella PCOS. Nelle donne con sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) si rinvengono ridotti livelli plasmatici di DCI.

A fronte di una riduzione significativa dei livelli di DCI, il myo-inositolo non è invece diminuito.

Questo disequilibrio è da attribuire ad una ridotta conversione, per deficit dell'epimerasi, del myo-inositolo in DCI, al quale può corrispondere un aumentato catabolismo di quest'ultimo prima della filtrazione renale.

I livelli di D-chiro-inositolo (DCI) si associano, in modo inversamente proporzionale, alla sensibilità insulinica 6.

Una revisione sistematica1 ha valutato l'efficacia di molecole insulino-sensibilizzanti in donne con PCOS. Gli studi clinici hanno dimostrato che la somministrazione di DCI, in donne sia obese che magre affette da PCOS con sindrome dismetabolica caratterizzata da insulinoresistenza compensatoria, è stata in grado ripristinare la fisiologica regolarità ovulatoria, ridurre significativamente la pressione arteriosa, i trigliceridi, l'insulina e il testosterone libero2-3.-5-7

Inoltre, recentemente, prendendo spunto da uno studio condotto da Collabase-Urrutia E et al. Toxicology 2010 (Elsevier) nel quale si attribuiva al DCI una spiccata attività antiradicalica nei confronti delle specie reattive dell'ossigeno, è stato condotto uno studio che ha dimostrato come questo fosfoglicano sia in grado di contrastare lo stress ossidativo a carico delle proteine presenti nel liquido follicolare di donne affette da PCOS con età superiore a 35 anni sottoposte a trattamento con gonadotropine. A seguito dell'attività antiradicalica la qualità oocitaria delle pazienti trattate è migliorata significativamente4.

Bibliografia
  1. Tang T., Lord JM., Norman RJ, Yasmin E., Balen AH. Insulin-sensitising drugs (metformin, rosiglitazone, pioglitazone, D-chiro-inositolo) for women with polycystic ovary syndrome, oligo amenorrhoae and subfertility. Cochrance Review Issue 11. 2010.
  2. Cheang KI et al. Insulin Stimulated Release of D-chiro-Inositol Containing Inositolphosphoglycan mediator correlates with insulin sensitivity in wome with Polycystic Syndrome. Metabolism 2008 October.57(10):1390-1397
  3. Nestler JE et al. Ovulatory and metabolic effects of D-chiro-inositol in the polycystic ovary syndrome. The New England of Medicine; 1999;1314-1320.
  4. De Leo V., La Marca A., Cappelli V., Stendardi A., Focarelli R., Musacchio M.C., Piomboni P. Valutazione del trattamento con D-chiro-inositolo sui livelli di stress ossidativo nelle pazienti con PCOS. Minerva Medica Vol. 64, N 6, dicembre 2012.
  5. Iuorno MJ et altri. Effects of d-chiro-inositol il lean women with the polycystic ovary syndrome. Endocr. Pract. 2002 Nov-dec;8(6):417-23
  6. Kai I. Cheang et altri. Insulin-Stimulated Release of D-chiro-inositol containing Isositolphosphoglycan Mediator Correlates with Insulin Sensitivity in Women with Polycystic Ovary Syndrome. Metabolism. 2008 october; 57 (10): 1390-1397.doi:10.1016/j.metabol.2008.05.008
  7. Ciotta L. et altri. D-chiro-inositol treatment in patients with polycystic ovary syndrome. Giro.It. Ost.Gin. Vol XXXIV-n1. Gennaio-Febbraio 2012.

La sindrome metabolica è una condizione clinica meritevole di particolari attenzioni per via della sua gravità e diffusione. Essa è ascrivibile a un insieme di fattori predisponenti che, uniti insieme, collocano la donna in una fascia di rischio elevata per malattie come diabete, ovaio policistico, patologie a carico del sistema cardiovascolari.

La comorbilità della sindrome metabolica, caratterizzata da insulino-resistenza, ad altre patologie è molto comune.

 

Sindrome dell’Ovaio Policistico e Sindrome Metabolica

La Sindrome dell'Ovaio Policistico (PCOS), disordine endocrino caratterizzato da anovulazione ed iperandrogenismo che coinvolge il 5-10% della popolazione femminile in età fertile, rappresenta una delle più comuni cause di infertilità.

In particolare, la percentuale delle pazienti affette da PCO con sindrome dismetabolica è molto elevata, sia in condizioni di sovrappeso/obesità sia in condizioni di normopeso1.

Le evidenze cliniche suggeriscono che l'insulino-resistenza e l'iperinsulinemia compensatoria sono caratteristiche importanti di questa sindrome e sembrano rivestire un ruolo nella sua patogenesi2.

L'insulino-resistenza (IR) è una condizione per cui una concentrazione normale di insulina produce insuffiicienti effetti biologici, probabilmente a causa di un deficit dei secondi messaggeri. In tutti i casi in cui la funzione pancreatica non è compromessa, ciò comporta una iperinsulinemia compensatoria.

La presenza di IR non implica necessariamente una sistematica intolleranza al glucosio e la glicemia può essere normale. Da numerosi studi osservazionali prospettici e retrospettivi si evince che almeno il 40% delle donne con PCOS presenta una intolleranza al glucosio e che il 10-20% svilupperà a medio termine un diabete mellito di II tipo3-4.

Il meccanismo molecolare responsabile dell'IR nella PCOS sembra essere unico e specifico per questa sindrome e diverso da quello presente nell'obesità. Il meccanismo più probabile sarebbe  da attribuire ad un deficit dei secondi messaggeri (deficit di D-chiro-inositolo), con conseguente difetto nella trasduzione del segnale indotto dall'insulina5.

Bibliografia
  1. Cresswell J. Relationship between polycystic ovaries, body mass index and insulin resistance. Acta Obstet Gynecol Scand 2003;82:61-4
  2. Nestler JE. Role of hyperinsulinemia in the pathogenesis of polycystic ovary syndrome and its clinical implications. Semin. Reprod. Endocrinol. 1997;15(2):111-22.
  3. Dunaif A. Current concepts in the polycystic ovary syndrome. Ann. Rev. Med. 2001;52:401-19
  4. Dunaif A, Segal kR, Futterweit W, Dobrjansky A. Profound peripheral insulin resistance, independent of obesity, in polycystic ovary syndrome. Diabetes 1989;38:1165-78
  5. Dunaif A. Insulin resistance and the polycystic ovary syndrome: mechanisms and implications for pathogenesis. Endocr. Rev. 1997;18:774-800

Negli ultimi anni si è assistito ad un drammatico declino della fertilità maschile. Dagli anni 50 in poi vi è stata una riduzione media di ben il 71% nel numero di spermatozoi per ml di liquido seminale. Nel 1940 la conta spermatica media era di 113 milioni di spermatozoi/ml; nel 1999 tale numero è crollato a valori medi di 66 milioni/ml.1

Pertanto, più che essere di fronte ad un allarme biologico ci troviamo di fronte ad un vera e propria emergenza sanitaria di drammatiche dimensioni.

Ottanta milioni di persone nel mondo soffrono di infertilità.

In Italia ogni anno si formano circa 450.000 nuove coppie, tra matrimoni e convivenza di fatto. Considerando che il 20-25% di coppie ha problemi di infertilità, si può stimare che ogni anno in Italia 90.000 nuove coppie con difficoltà riproduttive si vengono ad aggiungere a quelle degli anni precedenti.

Si stima che oggi, nel nostro paese, più di 1.000.000 coppie soffrano di sterilità. In considerazione del fatto che il 40% della sterilità è imputabile a problematiche andrologiche e il 20% a problematiche di coppia si stima che circa 1.000.000 di uomini sia affetto oggi da infertilità/sub-infertilità.

La drammaticità e le dimensioni del problema hanno indotto molti ricercatori e specialisti del settore a ricercare i possibili markers per identificare e comprendere le basi molecolari della condizione di infertilità/sub-infertilità da fattore maschile. Tra questi lo stress ossidativo del liquido seminale rappresenta un campo di indubbio interesse in quanto rappresenta la via attraverso cui i fattori ambientali, lo stile di vita, alcune patologie esercitano il loro effetto dannoso, compromettendo la qualità del plasma spermatico2.

Bibliografia
  1. Carlsen E. et all. Evidence of decreasing quality of semen during past 5 years. BMJ 1992; 305:609-613
  2. Piomboni P., Focarelli R., De Leo V. Terapia Medica nell’endometriosi. Infertilità maschile: effetti dei ROS. REPRONEWS (Organo ufficiale della Società Italiana della Riproduzione). Anno 13; N3;2011

Nonostante l'ossigeno sia indispensabile per la vita, esso è anche tossico in quanto può generare specie chimiche molto reattive (radicali liberi), capaci, se in eccesso, di danneggiare le strutture cellulari. Perciò, gli organismi hanno sviluppato efficaci strategie di difesa antiossidante in grado di mantenere le concentrazioni dei radicali liberi nei range di normalità. I radicali liberi, contrariamente a quanto si pensa, in basse concentrazioni, svolgono un ruolo chiave nei processi di fertilizzazione permettendo allo spermatozoo di acquisire la capacità fertilizzante attraverso l’implementazione di complessi eventi, alcuni noti ed altri ancora da chiarire.

Quando, per svariati motivi, ad un aumento dei radicali liberi dell’ossigeno (radicale superossido (O2·-), perossido di idrogeno (H2O2 o acqua ossigenata), radicale ossidrile (OH·), non fa riscontro un aumento delle difese antiossidanti si scatena lo stress ossidativo. All’interno di una cellula lo stress ossidativo, messo in atto da queste specie chimiche molto reattive, arreca danni ai lipidi, alle proteine, ai singoli amminoacidi, agli acidi nucleici e, in generale, a tutta la materia organica che costituisce lo spermatozoo2-3.

Per far fronte a questa drammatica evenienza, le cellule, quindi anche lo spermatozoo, hanno messo a punto alcune strategie di difesa che costituiscono il “sistema antiossidante endogeno”.

 

I componenti del sistema antiossidante endogeno possono trovarsi disciolti nel citoplasma o all’esterno della cellula (come l’acido ascorbico, o vitamina C, e il glutatione) o legati alle membrane cellulari (come i carotenoidi e la vitamina E). Queste molecole, quando vengono a contatto con un radicale dell’ossigeno, lo trasformano in un composto non dannoso o meno dannoso, impedendogli di generare un danno strutturale allo spermatozoo.

Fanno parte del sistema di difesa antiossidante anche alcuni enzimi, come le superossido dismutasi (SOD) e le catalasi, che agiscono da “scavenger” (letteralmente spazzini). Le SOD intercettano i radicali superossido, generati dal metabolismo cellulare, trasformandoli immediatamente in ossigeno molecolare O2 e perossido di idrogeno (H2O2). Quest’ultimo, sebbene meno reattivo dei radicali superossido, è ancora potenzialmente tossico ed è a questo punto che intervengono le catalasi, enzimi capaci di trasformare il perossido di idrogeno in acqua e ossigeno molecolare.

Il sistema antiossidante endogeno è un sistema particolarmente complesso: antiossidanti enzimatici e non enzimatici agiscono in modo concertato e immediato. Nell’ambito di questo complesso sistema la SOD riveste un ruolo chiave grazie alla alta velocità di reazione di questo enzima con il proprio substrato (radicale superossido (O2·-) superiore a qualsiasi altra sostanza antiossidante conosciuta in natura.

Senza la superossido dismutasi l’intero sistema di difesa antiossidante sarebbe inefficiente.

Gli effetti patologici dello stress ossidativo nel liquido seminale si manifestano in vario modo: diminuzione del numero degli spermatozoi, alterazioni dei parametri di motilità spermatica, alterazioni della forma dello spermatozoo, danni a carico del materiale cromosomico dello spermatozoo. Si stima che nel 30-80% dei casi lo stress ossidativo sia il responsabile di infertilità/sub-fertilità da fattore maschile1.

Bibliografia
  1. Piomboni P., Focarelli R., De Leo V. Terapia Medica nell’endometriosi. Infertilità maschile: effetti dei ROS. REPRONEWS (Organo ufficiale della Società Italiana della Riproduzione). Anno 13; N3;2011
  2. Tremellen K. Oxidative stress and male infertility-a clinical perspective. Human reproduction Update 2008; 14:243-258
  3. Agarwal A. Saleh Ra. Role of oxidants in male infertility: rationale, significance and treatment. Urologic Clinics of north America. 2002;29:1-12

Si ritiene che la comparsa della SOD fu contemporanea alla proliferazione degli organismi fotosintetici, i quali cominciarono a produrre ossigeno circa due miliardi di anni fa. La varietà di enzimi antiossidanti evolse per neutralizzare gli effetti tossici dei sottoprodotti derivanti dall’utilizzo di ossigeno.

L'anione superossido è il punto di partenza della cascata di reazioni che hanno come conseguenza la produzione di radicali liberi.

Superossido dismutasi, insieme a catalasi e glutatione perossidasi, formano la prima linea di difese antiossidanti dell'organismo.

In particolare la SOD è l’antiossidante enzimatico con la più alta velocità di reazione con il proprio substrato, l’anione superossido, che viene prontamente dismutato in perossido di idrogeno, sostanza molto meno reattiva. Successivamente, altri enzimi (catalasi e la glutatione per ossidasi) trasformeranno il perossido di idrogeno in ossigeno molecolare e acqua.

In passato, la supplementazione orale di SOD per aumentare le difese antiossidanti dell'organismo è risultata inefficace, in quanto l’acidità gastrica denatura l’enzima.

La SOD contenuta in Chirofert 1000 è complessata con un biopolimero estratto dal frumento, la gliadina, che è in grado di proteggere l’enzima durante il transito gastrico rendendolo biodisponibile per l’assorbimento intestinale.

Studi in vitro e in vivo hanno dimostrato che la somministrazione orale di SOD complessata con gliadina è in grado di incrementare il potenziale antiossidante del plasma.

Questo enzima, facente parte della fisiologiche difese antiossidanti, riveste un ruolo di primaria importanza nel contrastare lo stress ossidativo a livello ovarico1-2.

Bibliografia
  1. Tamate K, et all. The role of superoxide dismutase in the uman ovary and fallopian tube. J Obset Gynaecol 1995. 21(4):401-409
  2. Shiotani M, et all. Immunohistochemical localization of superoxide dismutase in the uman ovary. Hum. Reprod. 1991. 6(10):1349-1353

L'acido folico è una vitamina del gruppo B (vitamina B9) particolarmente importante nel periodo della gravidanza. Durante la gestazione, infatti, il fabbisogno di acido folico aumenta significativamente in quanto il feto ne è particolarmente avido. Il nostro organismo non è in grado di sintetizzare acido folico. Soltanto piccole quantità sono prodotte dalla flora batterica intestinale, insufficienti per far fronte alla aumentata richiesta.

È necessario, quindi, assumerlo o attraverso gli alimenti che lo contengono o utilizzare farmaci/integratori a base di acido folico.

Durante la gravidanza l'acido folico contribuisce allo sviluppo del condotto neurale che comincia a formarsi subito dopo il concepimento. Una carenza di acido folico può compromettere la storia gravidica e dar luogo a malformazioni fetali che vanno sotto l'acronimo DTN (difetti del tubo neurale)1 tra cui il più temibile è la spina bifida.

Essendo ampiamente documentato il valore preventivo dell'acido folico nei riguardi dei DTN, la sua assunzione in gravidanza e nel periodo preconcezionale è fortemente raccomandata dalla comunità scientifica e dal Ministero della Salute.

Addirittura, in alcuni Paesi come Stati Uniti, Cile, Australia, Canada, poichè è stato stimato che solo un terzo delle donne assume acido folico prima del concepimento, è stato introdotto l'obbligo della fortificazione degli alimenti con questa vitamina a vantaggio della popolazione generale.

La dose raccomandata, per le donne che non hanno avuto storia pregressa di bambini affetti da DTN, è di 400 microgrammi die. Per essere efficace l'assunzione di acido folico deve iniziare almeno un mese prima del concepimento e continuare  per tutto il primo trimestre di gravidanza2-3

È da tenere presente che, anche se la somministrazione periconcezionale di acido folico è in grado di prevenire la maggior parte dei DTN, circa il 30% di tali malformazioni è indipendente dall'apporto adeguato di folati. Per tale motivo sono stati condotti degli studi sperimentali con lo scopo di valutare se la somministrazione di inositolo è in grado di prevenire i DTN in soggetti acido folico resistenti. I risultati sono stati molto incoraggianti e sembrerebbe che il D-chiro-inositolo, più di altri inositoli, è in grado di raggiungere il goal preventivo4. Sono, ovviamente, in corso supplementi di indagine al fine di individuare il giusto dosaggio in grado, nell'uomo, di prevenire i DTN acido folico resistenti.

Bibliografia
  1. MRC Vitamin Study Research Group. Prevention of neural tube defects: results of the Medical Research Council Vitamin Study. Lancet 1991;338:131-7
  2. Wolff T. et altri. Folic Acid supplementation for the prevention of neural tube defects: an update of the evidence for the U.S. Preventive Services Task Force. Ann Intern Med 2009; 150:632-9
  3. Royal College of Obstetricians and Gynaecologists. Periconceptual folic acid and food fortification in the prevention of neural tube defects. Scientific Advisory Commitee Opinion Paper No. 4. RCOG Press, London, 2003
  4. Cogram P. et altri. D-Chirol-Inositol is more effective than myo-inositol in preventig folate-resistant mouse neural tube defects. Human Reproduction Vol.17; No 9; pp 2451-2458, 2002.